SEO e Web usability, 4 errori da non commettere sul tuo sito

MP-Web-Usability

Il post di oggi prende libera ispirazione da un interessante approfondimento apparso sul Blog di Yoast, circa alcuni errori che spesso vengono commessi quando si progetta e si realizza un portale web.

Tante volte, nel corso dei nostri appuntamenti, abbiamo visto come per una strategia SEO completa e sopratutto proficua dal punto di vista dei risultati, sia importante strutturare  un sito che abbia come obiettivo finale la piena soddisfazione degli utenti, sia per quanto riguarda il layout, sia per la parte contenutistica.

Detto questo, purtroppo si è notato come ci siano alcuni errori che in maniera ricorrente vengono elaborati in fase pre e post progettuale, rischiando seriamente di compromettere la buona riuscita del sito web.

Ma quali sono questi errori così diffusi e allo stesso tempo importanti? Approfondiamo il discorso.

1) Cosa cercano e “vogliono” i visitatori

Spesso e volentieri, si commette il gravissimo errore in fase progettuale di non essere in grado di comprendere cosa gli utenti cercano e vorrebbero dal nostro portale.

Non può esserci un progetto web vincente che non preveda uno studio approfondito sul nostro mercato e sul nostro relativo target, evidenziando necessità e bisogni correlati. In fase successiva ci preoccuperemo di elaborare una strategia SEM e più in particolare uno studio approfondito sulle parole chiave, che ci metterà in condizione di matchare le query di ricerca per il nostro portale.

Una volta chiari questi elementi, procederemo a progettare il nostro sito web, preoccupandoci di realizzare struttura, organizzazione tassonomica, menù e contenuti ottimizzati in funzione di quanto evidenziato in fase di studio.

2) Assenza di call to action

L’assenza di una call to action chiara e percepibile per l’utente risulta essere uno degli errori più comuni e allo stesso tempo più “pericolosi” per la buona riuscita di un sito web. Quando nuovi visitatori atterrano sul nostro portale, dalla home page o pagine secondarie, è fondamentale riuscire a coinvolgerli e non lasciarli scappare, creando quindi le condizioni affinchè l’esperienza di navigazione possa continuare in maniera soddisfacente. Tante, troppe volte, ci ritroviamo di fronte a portali web completamente anonimi, che non sono in grado di trasmettere alcun messaggio agli utenti. Evidenziate quindi “cosa volete faccia” il vostro target, e progettate un sito web che sia in grado di perseguire questi obiettivi. Immagini, colori, disposizione elementi, contenuti testuali, tutto può e deve essere orientato a stimolare una call to action per i vostri utenti.

3)  Troppi banner, pochi contenuti

Errore comune dei progetti editoriali o blog che intendono monetizzare mediante l’esposizione di banner e strumenti pay per clic e affiliazione.

Bisogna fare attenzione a far si che sia innanzitutto il contenuto il protagonista assoluto delle nostre pagine (il Panda è sempre in agguato…) così come faremo attenzione e inglobare in maniera ordinata e coerente con il nostro layout i vari banner e link pubblicitari.

Una piccola postilla per i link di affiliazione, preoccupiamoci di inserire esclusivamente prodotti realmente in target con i contenuti dei nostro progetti web, e di non creare discrepanze in questo senso, poco gradite in genere agli utenti.

4) Attenzione (ancora) al mobile

Lo scorso 21 Aprile in Italia, l’accessibilità da dispositivi mobili è divenuta ufficialmente un fattore di ranking, con schiere di webmaster che si sono affannati a dotare i propri siti web di layout responsive. Fin qui tutto bene, ma abbiamo fatto attenzione al fatto che il nostro layout mobile sia realmente navigabile e fruibile dagli utenti? Il problema è spesso e volentieri connesso ai menù, il più delle volte nascosti e poco navigabili, facciamo attenzione a correggere questo problema.

Abbiamo visto solo alcuni degli errori più comuni che rischiano di precludere i risultati sperati, e non possiamo fare a meno di notare come per un operatore SEO completo sia assolutamente necessario e fondamentale prestare attenzione ed essere padrone del progetto web dalla prima fase progettuale e organizzativa.

Commenti

Commenti

top